Contributi a fondo perduto

Contributi a fondo perduto Propriamente si parla di contributi a fondo perduto quando, nelle forme di agevolazione concesse alle imprese, è prevista l’erogazione di una somma di denaro a fronte della quale non viene richiesta nessuna restituzione. In generale l’entità del contributo viene stabilita come percentuale dei costi dell’investimento che sono giudicati ammissibili, e a questo proposito è fondamentale avere ben chiaro il testo della legge specifica per il proprio settore aziendale che prevede i contributi, e quello dei bandi periodici che vengono pubblicati.A seguito dell’eventuale accettazione del contributo, lo stesso verrà erogato in una o più quote, anche se in alcuni casi gli enti erogatori possono prevedere la possibilità che venga concesso un anticipo del contributo a fondo perduto, naturalmente presentando prima una garanzia fideiussoria.





Destinazione dei contributi a fondo perduto
Tra le varie modalità con cui possono essere concessi, i contributi a fondo perduto potranno caratterizzarsi come contributi in conto capitale, spesso messo a disposizione a fronte di immobilizzazioni materiali o di programmi di investimento specifici. In particolare sono volti a consolidare il patrimonio dell’impresa. Un’altra modalità è il contributo in conto esercizio che copre le esigenze della gestione corrente (come ad es. gli stipendi).Evidentemente quest’ultima tipologia permetterà all’impresa di diminuire i costi da classificare nel conto economico, bisogna però ricordare che è considerato un ricavo e sarà soggetto a tassazione diretta. Per il pagamento di acquisti o servizi dettagliatamente determinati e di modica entità, a volte può essere possibile avvalersi del cosiddetto Voucher, pagato direttamente a chi eroga il bene o il servizio.

Tipologie di contributi a fondo perduto Tipologie di contributi a fondo perduto
Riassumendo brevemente le altre modalità attraverso le quali si possono caratterizzare i contributi a fondo perduto destinati alle imprese, ricordiamo il contributo in conto impianti, volto a ridurre i costi di acquisto di impianti, attrezzature, macchinari, immobili.Possono arrivare a configurarsi quali contributi a fondo perduto, in pratica, anche il credito d’imposta, di cui però si potrà usufruire solo al momento del pagamento delle tasse, ed il bonus fiscale, che è una specifica tipologia di contributo in conto capitale di cui potrà avvalersi il titolare dell’impresa, in una o più soluzioni, per il pagamento di tutti i versamenti effettuati tramite modello F24. Un contributo importante che si può cercare di ottenere avvalendosi dei fondi europei è il capitale di rischio, specificato come un finanziamento azionario ad un’impresa nelle sue fasi di avviamento e di sviluppo.

Contributi a fondo perduto regionali Contributi a fondo perduto regionali
Le Regioni, anche attraverso i propri siti internet, forniscono la documentazione necessaria riguardante sia la normativa comunitaria e nazionale che quella locale riguardante l’erogazione di finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto, oltre naturalmente a pubblicizzare la presenza di bandi. Alcune regioni, inoltre, permettono anche di richiedere informazioni e consulenza via email.In ogni caso sul territorio sono presenti vari enti, in primis le camere di commercio, che possono dare una mano. Si ricorda che è molto importante conoscere e rispettare le modalità di richiesta del finanziamento e del contributo.


Horizon 2020

Particolare importanza assumono per la UE le spese di ricerca e innovazione delle imprese: in questo contesto la Commissione Europea prevede per il periodo 2014-2020 la possibilità di erogare contributi a fondo perduto attraverso i bandi che fanno capo al progetto Horizon 2020.Tra gli ambiti che rientrano nel progetto si ricordano le tecnologie dell’informazione e della comunicazione; i trasporti intelligenti, ecologici e integrati; l’efficienza delle risorse e delle materie prime; la sicurezza alimentare e l’agricoltura sostenibile; l’energia; la sicurezza; le nanotecnologie, le biotecnologie, la produzione e la lavorazione avanzata. Ad esempio, ai bandi riguardanti il settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione possono partecipare le piccole e medie imprese con competenze nella realizzazione e nella gestione di infrastrutture e servizi cloud in ambienti di grandi dimensioni.


RICERCA
Digita il tuo comune
OPPURE

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it