Finanziamenti imprenditoria giovanile

Finanziamenti imprenditoria giovanile Si tratta di incentivi ed agevolazioni erogati in forma mista tra fondo perduto e conto interessi, volti a favorire l’avviamento di nuove attività da parte di giovani imprenditori.  Grosso modo la cifra erogabile si attesta tra i 30.000 ed i 50.000 euro, a copertura degli investimenti iniziali e delle spese di gestione da sostenere durante il periodo di avviamento. Le somme vengono erogate con il meccanismo del co-finanziamento, ovvero il finanziamento pubblico coprirà dal 30al 50% delle somme necessarie, il resto dovrà essere apportato dal giovane imprenditore con fondi propri o con affidamenti bancari.





Accedere ai finanziamenti
Per potere accedere alle agevolazioni pubbliche previste per l’imprenditoria giovanile bisogna dimostrare la validità della propria iniziativa presentando un progetto d’impresa che indichi sia le informazioni di carattere economico che quelle riguardanti i promotori dell’idea imprenditoriali.Ci si può rivolgere anche alle associazioni di categoria e agli incubatori presenti in tutto il territorio nazionale. Tuttavia è bene tenere presente che, nonostante la presenza di agevolazioni a favore dell’imprenditoria sia massiccia, è molto difficile potere realizzare una nuova impresa senza l’apporto di capitali propri (anche perché alcuni costi non sono finanziabili attraverso agevolazioni pubbliche). Gli incubatori in questo senso possono essere uno strumento utile anche per trovare possibili finanziatori.

Imprenditoria giovanile in agricoltura
La Legge 296/06 prevede i finanziamenti agevolati a favore dell’imprenditoria giovanile nel settore dell’agricoltura. La domanda relativa ai finanziamenti può riguardare diversi ambiti: borse di studio per frequentare master universitari (fino ad un massimo di 15.000 euro); servizi di sostituzione, assistenza e consulenza (in questo caso saranno forniti servizi agevolati); progetti di ricerca, sperimentazione e sviluppo (in collaborazione con istituzioni pubbliche di ricerca, in questo caso il contributo pubblico non può essere superiore al 70% del costo totale del progetto); premio imprenditorialità (volto a far sì che emergano le attività imprenditoriali di successo ed i modelli di impresa replicabili su tutto il territorio nazionale, attraverso la concessione di un premio indirizzato alle quindici migliori esperienze imprenditoriali: in tal senso saranno selezionate dieci imprese condotte da giovani agricoltori e con attività avviata da meno di cinque anni). I finanziamenti riguardano l’intero ambito nazionale.

Incubatori d’impresa
Attraverso gli incubatori d’impresa, presenti in tutto il territorio nazionale, un’idea imprenditoriale viene supportata anche al fine di potere trovare potenziali finanziatori. Grazie agli incubatori è possibile avvalersi anche di consulenza esperta, infatti negli incubatori lavorano formatori e manager competenti in strategia aziendale, marketing e finanza, che analizzano l’idea d’impresa proposta e assistono gli aspiranti imprenditori nella gestione dell’attività e nella formulazione del business plan, cercando anche i migliori strumenti di finanziamento.Per le start up innovative e gli incubatori certificati è previsto l’obbligo d’iscrizione ad una sezione speciale del registro delle imprese, anche per potere usufruire di benefici quali deroghe al diritto societario, esonero dal pagamento dell’imposta di bollo e del diritto annuale dovuto alla Camera di commercio.


Tipologie di incubatori d’impresa

Vi sono varie tipologie di incubatori d’impresa a cui i giovani imprenditori possono fare riferimento per consulenza e ricerca di finanziamenti, tra questi ve ne sono sia di pubblici che di privati, che possono offrire servizi di assistenza manageriale e contribuire al lancio della start up sul mercato.Esistono anche incubatori orientati al profitto ed incubatori no profit, quest’ultima tipologia è molto presente nel territorio grazie agli incubatori universitari, in quanto operano in stretta collaborazione con gli istituti di ricerca e sostengono idee provenienti anche da studenti e ricercatori. Sul sito internet ufficiale della propria Regione è possibile prendere visione degli incubatori d’impresa presenti sul territorio regionale, e delle loro caratteristiche.

Erasmus per giovani imprenditori

Si tratta di un programma che consente ai giovani imprenditori europei di trascorrere un periodo (fino a sei mesi) lavorando a contatto con un imprenditore di esperienza in un altro Paese dell’Unione Europea.La finalità è di imparare a migliorare la gestione della propria azienda e favorirne la crescita. Può essere importante anche per individuare partner potenziali (a tal proposito si ricorda che i contributi diretti dell’UE vengono concessi in presenza di progetti transnazionali) e per la creazione di reti d’impresa. I beneficiari sono imprenditori che intendono avviare, o hanno già avviato (da tre anni), una propria azienda, che dimostrino di avere un curriculum professionale di rilievo e presentino un progetto. Il finanziamento copre le spese di viaggio e contribuisce alle spese di sussistenza, il sostegno mensile varia a seconda del Paese di destinazione.


RICERCA
Digita il tuo comune
OPPURE

 
® W.P.S. Web Marketing s.r.l. | P.I. 02439520814
direzione@wps-srl.it